Vito Accettura yoga - studi, laboratorio - lodi

IL SALUTO AL SOLE DI RISHIKESH

Video con teoria e pratica guidata

Dal periodo Indo (2500-1600 ac) fino al periodo Vedico (1500-500 ac) la cultura era caratterizzata da una forte ritualità.

Le popolazioni adoravano le Energie Cosmiche, gli Elementi Naturali, gli Animali e ad ognuno di essi associavano una Divinità.

In particolare il Sole rappresentava la dimora dello Spirito Universale, oltre che l’elemento che dona luce, calore, Vita.

Nel contempo rappresentava anche un potere distruttivo per la capacità di portare siccità.

In quest’ottica l’approccio a questo astro, dal quale dipendeva nello stesso tempo “creazione” e “distruzione”, ha visto la nascita di riti propiziatori e di ringraziamento.

In ambito yogico quello più conosciuto è appunto SURYA (Sole) NAMASKARA (Saluto).

A secondo delle diverse tradizioni o scuole Yoga si sono elaborati molteplici modi per praticare questo saluto: da qui il detto “ci sono tanti saluti al Sole quanti Yogin sulla terra”.

Nei suoi aspetti pratici il Saluto al Sole è catalogato nei Karana, ovvero singole posture legate tra di loro a formare un’armoniosa sequenza attraverso il flusso del respiro.

I principali effetti dei Karana, e quindi anche di Surya Namaskara, sono così riassunti:

-       Una corretta preparazione muscolare, articolare, cardiaca, respiratoria come avvicinamento alle posizioni classiche (asana).

-       La stimolazione dei vari apparati corporei, tra i quali quello endocrino che regola il sistema nervoso e attiva le difese immunitarie

-       La creazione di armonia tra gesto e respiro, instaurando il rilassamento nell’azione, nel quale il movimento sembra "galleggiare" sul respiro stesso.

-       Il risveglio della consapevolezza, della vigilanza e della capacità di mantenere un flusso di attenzione costante, aspetti propedeutici agli stati meditativi.

Nell’esperienza che condividiamo, abbiamo più volte sperimentato il “Piccolo saluto al Sole” che rappresenta il Karana che personalmente ho messo a punto per la nostra scuola.

Questo tipo di saluto è a sua volta proposto su tre livelli di approccio: base (vedi video del 9/3/20), intermedio e avanzato.

A prescindere dai livelli, propongo questa pratica durante le lezioni perchè risulta essere molto intuitiva e facilmente abbinabile al flusso del respiro.

Abbiamo avuto anche modo di sperimentare il saluto secondo la tradizione del Raja Yoga.

In realtà questa variante ha delle attinenze con il piccolo Saluto al Sole; risulta essere solo un poco più tecnico ed articolato. E' possibile sperimentarlo in almeno due livelli di approccio: base ed avanzato.

Proporre diverse tipologie e varianti di questo Saluto corrisponde al fatto di creare le condizioni ideali in cui ognuno ritrovi la configurazione che meglio si adatti alle proprie capacità/necessità.

In questo frangente vorrei presentare Surya Namaskara nella sua forma più classica, quella che si trova nella maggior parte dei testi, il cosiddetto saluto di Rishikesh.

E’ un saluto piuttosto fisico che uso proporre con meno frequenza proprio per un motivo. Non tutti sono propensi a questo tipolo di approccio più intenso che in realtà però è capace di offrire molte soddisfazioni unitamente ad un’ottima risposta psico-fisica.

Detto questo state tranquilli!!

Vi presenterò la pratica di questo Saluto in modo che tutti possano praticarlo con il massimo del profitto, in relazione alle proprie possibilità ed in totale sicurezza per non creare danni.

Detto in altre parole, tutti lo possono praticare, anche i meno agili: ovviamente applicando le regole di consapevolezza gentile che avete coltivato durante le lezioni.

Vi presenterò le posizioni singolarmente, con i vari accorgimenti e consigli, e poi sperimenteremo secondo diverse modalità e vedrete che ognuno troverà la sua forma ideale!!

Sono veramente molto lieto di proporvi questo Saluto in quanto questa pratica ha veramente molte caratteristiche positive (che vi spiegherò nel video) tra le quali quella che si può facilmente sostituire ad una sequenza completa di asana.

In tal senso, se avete poco tempo (… o un pò di pigrizia...) troverete in questa sequenza la capacità di aprirsi a nuove energie per superare questo senso di “inerzia” oppure per rimuovere delle tensioni, cosa quanto mai necessaria in questo periodo di chiusura forzata in cui anche la voglia di praticare sembra un pò scemare (vero?).
 
Vi ringrazio per l'attenzione e vi rimando al filmato in attesa di rivederci di persona.

Come sempre, nel caso siate interessati, vi invito a farne richiesta esplicita attraverso Whatsapp 349 4914197 o mail vito.accettura@gmail.com 

Ricordo di consultare la PAGINA DI SUPPORTO YOGICO clicca qui dove trovate tutti gli aggiornamenti in corso d'opera. 

 

Con il più caro saluto, Vito Accettura

« Torna all'archivio
Laboratorio Cultura Yoga di Vito Accettura

Tel 349 4914197

vito.accettura@gmail.com

Insegnamento dello Yoga, attività professionale disciplinata ai sensi della Legge 14/01/2013 n.4 (G.U. n.22 del 26/01/2013)