associazione yoga - studi, laboratorio - lodi

IL CAMMINARE E LA PRATICA YOGA

Centro studi e ricerche L.C.Y.
Laboratorio Cultura Yoga

Nelle attività della nostra associazione trova spazio un'area dedicata alla "cultura del camminare".

Potrebbe sembrare un collegamento slegato dallo Yoga ma in realtà ci sono molte attinenze. 

La principale caratteristica in comune è quella di lasciare emergere la capacità di essere in relazione con se stessi e l'ambiente circostante. 

Tagore scrive: "Camminare è, ad ogni passo, un incontro con noi stessi". 

In questo incontro ha inizio una fase di conoscenza e trasformazione personale. Cambiano i ritmi e possiamo rallentare, diventare più percettivi attivando tutti i nostri sensi. 

Durante la camminata, di solito, la mente inizialmente sonda idee, concetti, ricordi e poi, a un certo punto, riduce questa produzione e inizia semplicemente a entrare in una fase di osservazione; tutto questo è molto simile al processo meditativo dello Yoga. 

Proviamo allora a camminare, senza fretta, entrando in connessione con il mondo interno utilizzando i sensi mentre restiamo in relazione con il mondo esterno. 

Usiamo i nostri passi per "assaporare" il terreno e, come indica Thich Nhat Hanh, per timbrare con i piedi la nostra consapevolezza. 

Essere osservatori per entrare in rapporto stretto con la realtà; usare il silenzio come strumento per sentirsi liberi di un'ascolto totale, in contatto con il panorama esteriore ed interiore. 

Allora è possibile avvicinarsi alla pratica Yoga camminando, in modo silenzioso, lento, consapevole e, se appaiono dei pensieri, imparare a non respingerli perchè essi si andrebbero ad accumulare, aggrappandosi in un'area della nostra mente senza lasciarci tregua. 

Semplicemente, restare testimoni, senza farsi coinvolgere dal flusso del mentale. 

Camminare ci permette di vedere "cio che è" e scoprire nuovi territori. Marcel Proust afferma: "Il vero viaggio di scoperta non consiste sul cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi". Questo ci permette di vedere noi stessi e il mondo con uno sguardo diverso. 

Rimanere consapevoli ad ogno passo ci aiuta a essere nella reltà, uniti a noi stessi mantenendo intatta la relazione con l'ambiente esterno. 

Possiamo contemporaneamente camminare con i piedi sul terreno e con la consapevolezza lungo i sentieri del nostro essere. 

Ecco ciò che rende simili il camminare e la pratica Yoga:

un campo di apprendimento lungo itinerari interiori di riconoscimento e cambiamento. 

Per L.C.Y.  Vito Accettura, referente area Yoga e attività formative. 

« Torna all'archivio
ASSOCIAZIONE CULTURALE LABORATORIO CULTURA YOGA

Via Lodivecchio 7d, 26900 Lodi, Italia

Tel 0371 841988

info@laboratorioculturayoga.it

Attività professionale disciplinata ai sensi della legge 14 Gennaio 2013, n.4 (G.U. 26.01.2013, n.22)